RITUALI HAMMAM

L’ Hammam, anche conosciuto come bagno turco, è un antico rituale igienico, estetico ed anche sociale,che mescola il concetto di bellezza con quello di benessere. Il fascino del bagno turco ha origini antichissime che risalgono ai popoli del Mediterraneo, secondo i quali l bagno di vapore rinvigoriva e rigenerava non solo il corpo ma anche lo spirito. Successivamente fu importato in Oriente e divenne un momento tipicamente femminile. Un luogo di ritrovo per donne dove praticavano rituali estetici ed igienici, nonchè punto di incontro sociale, in un ambiente accogliente ed elegante.
Questo percorso è suddiviso in quattro fasi, la pulizia, l’esfoliazione, il nutrimento e la profumazione. La tradizione vuole che le quattro fasi coincidano con un passaggio graduale a diverse concentrazioni di vapore e temperatura.
Il Tepidarium è una sala calda e leggermente umida che raggiunge una temperatura di 36°. Il Tepidarium dà il via al rilassamento e permette al corpo di prepararsi alle fasi successive e quindi di acclimatarsi.
Si passa poi al Calidarium 45°- umidità 100%, una stanza satura di vapore. La temperatura favorisce la sudorazione e permette l’eliminazione delle tossine, rendendo la pelle più pulita e luminosa ed elastica.

E’ nel Calidarium che avviene il cosidetto “bagno di vapore”. Qui il calore dilata i vasi sanguigni e la circolazione ottiene grandi benefici.
Al termine un gommage servirà a liberare la pelle dalle impurità, tutto il corpo viene frizionato energicamente con il guanto tradizionale e lavato.
Dopo i trattamenti di pulizia della pelle, si sosta nel Frigidarium, 28°, ossia una vasca tiepida a effetto tonificante, ultima fase di questo percorso di benessere. L’acqua fresca restringe i pori, tonifica la muscolatura e dà una sferzata di energia a tutto il corpo.

Ti potrebbero interessare anche: